Valentina Sanseverino ha generosamente scherzato con me, in Non solo interpretare.

Valentina possiede un gatto bianco, con gli occhi di colore diverso ed un nome improbabile. Si perde spesso nei suoi ricordi, e per questo si muove ad un ritmo molto più lento rispetto a quello dell’umanità. Vorrebbe essere l’acrobata transessuale di un circo argentino, o forse una cantante lirica.