Kehinde Wiley e la reinvenzione dell'Invisibile

Kehinde WILEY, Madonna and Child, 2016

In Lamentation (fino al 14 Gennaio 2017, presso il Petit Palais, situato in avenue Winston Churchill), Kehinde Wiley felicemente prosegue nella sua esplorazione dell’iconografia religiosa, trattando le figure del Cristo e della Vergine. Storia dell’arte e cultura di strada giocano a contaminarsi, spingendosi a ridefinire un’inedita grammatica sociale, grazie alla quale coloro che da sempre hanno vissuto ai margini della società risulteranno essere abbaglianti protagonisti nelle rappresentazioni del potere. Epoche ed universi sino ad oggi in assoluta antitesi, riusciranno così a dialogare con sorprendente naturalezza. Tanto da giungere a chiedersi, non senza un lieve senso di smarrimento : è forse così saldo il confine tra autentico e falso, nella gestazione di una qualsivoglia identità culturale?

• Kehinde Wiley : A New Republic